60 anni di Barbie: la storia di un'icona

Dall'aspetto e dai numeri da capogiro (ogni anno vengono vendute 58 milioni di bambole) non si direbbe, ma Barbie quest'anno compie ben sessant’anni!

 

Barbie logo

Era il 1959 e gli unici strumenti di gioco delle bambine erano bambole e bambolotti, fino a quando non venne presentata una nuova e innovativa "bambola" già adulta: Barbie!
Questa donna in miniatura è stata presa come modello sin da subito. Ha ispirato intere generazioni di bambine e ispira ancora intere generazioni di donne, incitandole a diventare o ad essere tutto ciò che desiderano.

 

Life in plastic is fantastic? Barbie negli anni

1959- La prima BarbieCome è stata l'evoluzione di Barbie nel corso degli anni? Quanto è cambiata la bambola-icona e che impatto ha avuto sulle nuove generazioni?

Ruth Handler e suo marito Elliot, fondarono nel 1945 la società di giocattoli Mattel, Inc. Quattordici anni dopo, Ruth introdurrà nel mondo Barbie Millicent Roberts, meglio conosciuta semplicemente come "Barbie". A Ruth l'idea di Barbie naque guardando giocare sua figlia Barbara con le bambole di carta fingendo che fossero donne adulte.
Handler intuì che diverse bambine avrebbero amato una bambola con le fattezze di una donna adulta che averebbe permesso loro di giocare immaginandosi nel futuro.

Ruth Handler presentò quindi Barbie alla fiera del giocattolo di New York il 12 marzo 1959, ma diventò popolare solo nel 1961.

Le fattezze di B. si ispiravano alle forme di un'altra bambola tedesca chiamata Bild Lilli. Mattel acquistò i diritti di Lilli e Handler creò la sua versione personale. Il successo fu sensazionale e durante il primo anno di produzione furono vendute oltre 300.000 bambole al costo di $3,00.

Date un'occhiata all'evoluzione di Barbie nel corso dei primi anni dal suo debutto:Barbie storia di un'icona: anni 1959- 1967

Handler ha sempre pensato che Barbie dovesse incarnare e rappresentare i diversi ruoli della donna nella società.

Ruth Handler e la bambola come icona di femminilità

Barbie non nacque come icona e modello di bellezza, ma sicuramente lo diventò. B. è stata la prima bambola ad essere nata già adulta ed è proprio questo il motivo di tanto successo, non il canone di bellezza che poi ha sicuramente rappresentato.

L'idea di Ruth Handler era di incoraggiare le bambine a giocare con una bambola che fosse un modello di donna nel quale potersi rispecchiare, superando il concetto del bambolotto solo da nutrire e vestire.
L'idea piaque e Barbie divenne famosa. Nel 1961 B. è stata hostess dell’American Airlines, nel 1965 astronauta, nel 1973 chirurgo, 1976 atleta olimpionica, nel 1998 giocatrice di basket, nel 2000 candidata alla Presidenza, nel 2001 principessa, nel 2005 vincitrice di American Idol.

Ancora oggi è l’unico giocattolo che non tramonta mai: sfida i cambiamenti culturali e generazionali, si reinventa, cambia il look e lo stile. Viene venduta in 150 Paesi proprio perchè continua a piacere dai 3 agli «X» anni e ha avuto la fortuna di essere vestita da Yves Saint Laurent, Giorgio Armani, Dior e Oscar de la Renta!
Barbie icona femminile

L'impressionante curriculum di Barbie

Nel corso della sua vita Barbie ha avuto una ricca e intensa carriera lavorativa: ha avuto la possibilità di "intreprendere" oltre 150 carriere!
Ha rotto gli schemi, conquistando uno dei migliori posti di lavoro, quando è andata sulla luna nel 1965, ben quattro anni prima di Neil Armstrong!
Da allora è stata mamma, medico, paleontologa, pilota, rockstar, infermiera, istruttrice di aerobica, principessa e ingegnere informatico.




Curiosità sul mondo di Barbie

Fidanzato, amici e famiglia

Ken Carson è il fidanzato storico di Barbie. È stato introdotto due anni dopo Barbie, nel 1961. Ken ha preso il nome dal figlio di Ruth Handler.

Per contrastare le critiche di chi sosteneva che Barbie non fosse un giocattolo pensato per bambine ma un vero e proprio sex symbol, nel 1963 la Mattel presenta Midge Hadley, la migliore amica di Barbie e un anno dopo arriva Skipper Roberts, l'amata sorellina di B.!

Barbie la bambola adulta

Barbie celebrità

Il 1967 è l'anno in cui Barbie diventa supermodella, assumendo le fattezze di Twiggy. La top model Twiggy è stata la prima celebrità ad entrare a far parte del mondo Barbie.
Cher, Audrey Hepburn, Diana Ross e JK Rowling - per citarne alcune - si sarebbero poi unite alle fila delle celebrità "trasformate" dalla Mattel in Barbie.

Scopri il mondo di Barbie, gli accessori e i Playset per rendere senza limiti l'esperienza di gioco della tua bambina.
Sfoglia la selezione Arsludica dedicata a Barbie, la bambola più famosa del mondo
! >>

 

Barbie, il film. Presto il debutto ad Hollywood

La novità per i sessant’anni di B. è che la Mattel ha raggiunto un accordo con Warner Bros per la produzione del primo film live-action su Barbie.
La bambola famosa in tutto il mondo verrà interpretata in carne e ossa, ma soprattutto con capelli biondi, occhi azzurri e sorriso di porcellana, da Margot Robbie, attrice australiana che abbiamo conosciuto in "Tonya", il film sulla pattinatrice Tonya Harding.

Be who you wanna be, BARBIE- "Sii chi vuoi essere". Dagli anni 60 Barbie è fonte di ispirazione e continua ad essere presa come modello dalle bambine. Il messaggio che Barbie ancora oggi comunica alle bambine durante il gioco è che da grandi possono diventare ciò che sognano e desiderano essere, senza limiti o vincoli.

Buon Compleanno, Barbie!